San Giovanni Paolo Magno: una recensione

Oggi, presentiamo la recensione del libro di Papa Francesco con don Luigi Maria Epicoco, San Giovanni Paolo Magno, ed. San Paolo, 2020.

San Giovanni Paolo Magno è un libro che “a cento anni dalla nascita” presenta “un dialogo sulla vita e la spiritualità di Papa Wojtyla” tra Papa Francesco e don Luigi Maria Epicoco.

Il testo è breve, agile, di facile e piacevole lettura. Ripercorre la vita di Papa Giovanni Paolo II con sapienti, sintetiche e circostanziate note storiche, così da contestualizzare i brevi e, a volte, piacevolmente aneddotici colloqui fra don Luigi e il Santo Padre. Colloqui che svelano qualcosa anche della vita dell’attuale Pontefice.

Effettivamente, dal libro in esame si desume più che una rottura, una continuità di fondo tra i due pontificati. Non ultimo sulle grandi sfide attuali, come quelle di cui si parla nel capitolo sul magistero di San Giovanni Paolo II.

Si toccano punti importanti quali il lavoro, il ruolo della donna nella Chiesa, il problema degli abusi, ma anche Fatima, Medjugorje, il dialogo interreligioso, il male come realtà personale, l’ideologia dei generi.

Quest’ultima è vista come una modalità “specifica attraverso cui il male si fa presente e agisce”, oggi.

Papa Francesco ha proclamato Papa Giovanni Paolo II santo, insieme a Papa Giovanni XXIII, e in seguito ha avuto la gioia di canonizzare anche Papa Paolo VI.

Sul rapporto con i suoi predecessori afferma: “mi sento davvero accompagnato e protetto dal loro grande esempio e dalla loro immensa testimonianza di fronte alla quale io mi sento davvero piccolissimo, semplicemente un peccatore perdonato” (p. 126).

E qui cogliamo il cuore dell’attuale Pontefice: la consapevolezza di sé, la consapevolezza di chi è Dio, la costante e vivificante esperienza della salvezza. Un esempio per ogni cristiano.

Comincia a leggere...Ecco le prime pagine del mio libro

Iscriviti alla mailinglist, riceverai il link per leggere un estratto del libro.